COME FARE LA RESISTENZA PER LA SIGARETTA ELETTRONICA

Ciao carissimo Vaper, se ti trovi qui molto probabilmente sarai interessato a passare da un atomizzatore non rigenerabile ad un atomizzatore rigenerabile. In questo articolo ti spiegherò passo per passo quello che devi fare per poter rigenerare un atomizzatore per sigaretta elettronica. In questo caso ti proporrò una rigenerazione molto semplice fatta su un atomizzatore single coil, ossia che monta una sola resistenza. Questa guida su come si rigenera un atomizzatore per lo svapo è divisa in 2 parti: nella prima ti dico cosa ti serve, nella seconda ti spiego passo per passo come si rigenera un atomizzatore.

DI COSA ABBIAMO BISOGNO?

Qui di seguito troverai la lista degli strumenti che ci servono per fare una resistenza e a cosa ci servono.

FILO RESISTIVOfilo resistivo per rigenerare la sigaretta elettronica

Il filo resistivo è un filo in metallo che una volta che sarà avvolto a spirale andrà a costituire la resistenza, la quale riscaldandosi permetterà al liquido per sigaretta elettronica di poter evaporare. Il filo resistivo può essere di diversi tipi di materiali Kanthal-A1, NiChrome, Stainless Steel, Titanium, NiFe e Ni200. Non mi soffermerò in nessun modo nel descriverne le differenze, in quanto l’obbiettivo di questa guida è descrivere passo per passo come si rigenera un atomizzatore per sigarette elettroniche. Se è la prima volta che fai una resistenza ti consiglio di usare il filo Kanthal-A1 (indicato con la sigla KA1). Sul rocchetto di filo resistivo, è indicata la lunghezza totale del filo e lo spessore del filo. Lo spessore è molto importante in quanto determina il valore della nostra resistenza: più il filo è spesso e minore sarà il valore della resistenza. A titolo di cronaca, anche perché tale aspetto verrà approfondito in articoli successivi, il valore di una resistenza è espresso in Ohm: più il valore della resistenza sarà basso e maggiore sarà la potenza a cui potremo spingere il nostro atomizzatore.

SUPPORTO SU CUI AVVOLGERE IL FILO RESISTIVO

supporto fisso su cui avvolgere il filo resistivo per rigenerare la sigaretta elettronicasupporto per avvolgere il filo resistivo

Il supporto su cui avvolgere il filo, oltre a determinare la forma a spirale ne determina anche il diametro interno, generalmente le coil possono avere un diametro interno di 2 mm, 2,5 mm e 3 mm. Ogni volta che avvolgiamo il filo al supporto abbiamo la così detta spira, quindi quando sentirete dire che la resistenza ha 6 spire, significa semplicemente che il filo è stato avvolto 6 volte lungo il supporto. La dimensione del diametro interno dipende dalla grandezza e del tipo di atomizzatore che usiamo: se usiamo atomizzatori da guancia faremo una resistenza con diametro interno da 2 max 2.5mm, se abbiamo un atomizzatore da tiro di polmone polmone o un dripper, consiglio di fare una coil con diametro da 3 mm. Se non conosci la differenza tra un Atomizzatore da Guancia ed un Atomizzatore da polmone, ti consiglio la lettura di questo articolo in cui ti spiego la differenza tra il tiro di guancia ed il tiro di polmone.

PINZETTE CON O SENZA PUNTA DI CERAMICA

pinzette per rigenerare la sigaretta elettronica

Le pinzette servono a correggere la forma della resistenza e far si che la coil si accenda in modo omogeneo. Possiamo usare pinze con punta di metallo o pinze con punta in ceramica. Con le pinze con punta in ceramica possiamo lavorare sulla resistenza anche quando gli diamo energia. Se invece usiamo pinze con punta di metallo, non dobbiamo in nessun modo dare energia, altrimenti avremo un corto circuito.

CACCIAVITE

giraviti per rigenerare l'atomizzatore

Serve semplicemente ad avvitare la nostra resistenza all’atomizzatore

TRONCHESI

tronchesi per tagliare il filo resistivo per la coil della sigaretta elettronica

Serve per tagliare gli eccessi di filo, in alternativa si può usare anche un tagliaunghie.

COTONE

cotone per rigenerare l'atomizzatore della sigaretta elettronica

Il cotone va infilato all’interno della resistenza per sigaretta elettronica. La funzione del cotone è quella di assorbire il liquido per sigaretta elettronica e di consentirne l’evaporazione nel momento in cui diamo energia alla resistenza. Ci tengo a sottolineare che non può essere usato un cotone qualsiasi, ma un cotone fatto a posta per le sigarette elettroniche, che potete trovare facilmente in qualsiasi negozio on line o fisico di sigarette elettroniche.

COME SI RIGENERA?

La rigenerazione verrà fatta su un atomizzatore di guancia, per la precisione il DoggyStyle. Essendo un atomizzatore di ridotte dimensioni userò un filo sottile con spessore di 28ga con materiale Kanthal A1. Il filo verrà avvolto su un supporto da 2 mm ottenendo una coil da 6 spire (in parole povere la resistenza presenterà 6 “anellini” in quanto il filo è stato avvolto sul supporto per 6 volte).

TAGLIAMO LA SEZIONE DI FILO

tagliare il filo per rigenerare

Ovviamente la prima operazione da fare è andare a tagliare la sezione di filo resistivo che andremo ad utilizzare per fare la resistenza dell’atomizzatore. In questo caso ho tagliato una sezione di filo pari a 10-12 centimetri.

AVVOLGIAMO IL FILO SUL SUPPORTO PER OTTENERE AL RESISTENZA

avvolgi il filo sul supporto

Scegliamo il diametro che volgiamo dare alla resistenza, in questo caso ho deciso di fare una resistenza con un diametro di 2 millimetri, quindi ho avvolto il filo su un supporto da 2 millimetri di diametro. Dopodiché ho avvolto il filo attorno a questo supporto.

RESISTENZA OTTENUTA

resistenza a 6 spire e mezzo

Con un pò di manualità otterremo la resistenza che dovrà presentare la seguente forma. Il numero di anelli presenti nella resistenza, che vengono chiamati spire, dipendono dal numero di volte in cui avvolgiamo il filo al supporto. In questo caso ho ottenuto una coil con 6 spire, con un diametro da 2 millimetri, ed un valore finale di resistenza pari ad 1 ohm.

MONTIAMO LA RESISTENZA SULL’ATOMIZZATORE

monare la resistenza sull'atomizzatore

Avvitiamo la resistenza all’atomizzatore. Le prime volte molto probabilmente deformeremo la forma della coil in quanto non saremo molto pratici. Non c’è problema: una volta che la resistenza è stata avvitata sull’atomizzatore, possiamo ridare alla coil una forma regolare grazie all’utilizzo delle pinze.

RIFINIAMO CON LA PINZA LA RESISTENZA

aggiusta la resistenza

Con la pinza interveniamo sulla resistenza in modo tale che si accenda in modo omogeneo e non solo una parte. Una resistenza che si attiva correttamente dovrebbe riscaldarsi al centro e poi proseguire verso l’esterno. Probabilmente la coil avrà subito anche delle leggere deformazioni quando sarà stata avvitata sull’atomizzatore, in questo caso le pinze servono anche a ripristinarne la regolarità della forma. Ricordatevi anche che una resistenza bella da vedere probabilmente funzionerà bene.

TAGLIAMO IL COTONE

taglia il cotone

Tagliamo un determinata striscia di cotone che andrà ad essere inserita nella resistenza dell’atomizzatore. A questo punto la domanda sorge spontanea, ossia quanto cotone dobbiamo usare? Non vi è una risposta ben precisa, in quanto la quantità di cotone da usare dipenderà dal tipo e modello di Atomizzatore per lo svapo che usiamo. Sappiate che se mettette troppo cotone, il cotone stesso non assorbirà il liquido in modo corretto, causando un sapore di cotone bruciato. Se ne mettete troppo poco il nostro atomizzatore inizierà a perdere il liquido per sigaretta elettronica dai fori dell’aria. Comunque non lasciatevi spaventare, dopo alcune rigenerazioni vi renderete conto da soli quale sarà la quantità ottimale di cotone da usare per quel determinato tipo di atomizzatore per sigaretta elettronica.

SFILACCIAMO IL COTONE

lavora il cotone

Sfilacciamo bene il cotone in modo tale che assorba correttamente il liquido.

AFFINIAMO L’ESTREMITÀ’ DEL COTONE

fai la punta al cotone

Affiniamo un’estremità in modo tale da poter inserire facilmente il cotone nella resistenza.

INSERIRE IL COTONE NELLA RESISTENZA

inserisci il cotone nella resistenza

Inseriamo il cotone nella resistenza, il quale nell’essere inserito deve opporre una certa resistenza che però non deve essere eccessiva, onde evitare una scorretta alimentazione ed un conseguente sapore di cotone bruciato.

TAGLIA LE ECCEDENZE

taglia le eccedenze del cotone

Tagliamo le eccedenze di cotone, bagniamo il cotone con il nostro liquido per lo svapo e il nostro atomizzatore per sigarette elettroniche è finalmente rigenerato.

Mi auguro che questa breve guida su come fare la resistenza di una sigaretta elettronica ti sia stata utile. Nel caso tu sia interessato a farti i liquidi per lo svapo, ti consiglio la lettura del mio articolo in cui ti spiego come fare i liquidi per sigaretta elettronica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here