1. COSA C’È NEL LIQUIDO PER LO SVAPO
  2. COME SI PREPARA IL LIQUIDO PER LO SVAPO
  3. COSA MI SERVE PER FARE IL LIQUIDO

GUIDA SU COME FARE LIQUIDI PER SIGARETTA ELETTRONICA

COME FARE LIQUIDI PER SIGARETTE ELETTRONICHE

Prima di descrivervi le procedure da seguire su come fare liquidi per sigaretta elettronica, mi sembra opportuno dirvi da che cosa è composto un liquido per lo svapo. Mi auguro quindi che questo breve tutorial su come fare liquidi per sigaretta elettronica, possa esservi utile.

Che cosa c’è in un liquido per sigarette elettroniche?

Un liquido per sigaretta elettronica è costituito da 4 ingredienti

  1. Glicerolo Vegetale (VG) e Glicole Propilenico (PG)
  2. Basetta di nicotina
  3. Aroma per sigarette elettroniche

Glicerolo Vegetale (VG) e Glicole Propilenico (PG)

COME FARE LIQUIDI PER SIGARETTA ELETTRONICA GLICEROLO VEGETALE GLICOLE PROPILENICO

Il Glicerolo Vegetale (VG) ed il Glicole Propilenico (PG) sono i due ingredienti maggiormente presenti in un liquido per sigarette elettroniche. Il Glicerolo Vegetale (VG) ha una consistenza vischiosa ed è il responsabile della produzione di vapore, mentre il Glicole Propilenico (PG) è più fluido ed ha la funzione di veicolare il sapore.

Glicerolo Vegetale e Glicole Propilenico vengono miscelati tra di loro per creare la Base neutra per sigaretta elettronica, alla quale verranno aggiunti l’aroma per sigaretta elettronica e la base con nicotina. Il Glicerolo Vegetale (VG) ha la funzione di creare vapore, mentre il Glicole propilenco (PG) serve a trasmettere il sapore. Questo deve essere tenuto in conto, quando andremo a preparare il liquido base per sigaretta elettronica, per due semplici motivi:

  1. Con un una base ricca in VG e quindi povera in PG, dobbiamo aggiungere più aroma
  2. Se abbiamo atomizzatori per sigaretta elettronica con dei ridotti fori di alimentazione, quindi atomizzatore per il tiro di guanciaed i classici entry level, meglio non abbondare in Glicerolo Vegetale: otterremo un liquido troppo denso, il quale creerebbe problemi di alimentazione del liquido per lo svapo, rischiando di danneggiare la resistenza dell’atomizzatore e di ottenere un sapore di cotone bruciato.

Il liquido base per sigaretta elettronica, a cui aggiungere l’aroma concentrato per lo svapo e la base nicotina, si prepara con estrema facilità, l’unica cosa su cui dovremmo prestare un minimo di attenzione è in merito al rapporto finale nella nostra base tra VGPG. Per i meno esperti e per coloro che si accingono per la prima volta nella preparazione dei liquidi per sigaretta elettronica, consiglio tre tipi di base:

  1. Base 50/50 vg pg: nel caso voglia ottenere 100ml di base è sufficiente che aggiunga 50ml di glicerolo vegetale e 50ml di glicole propilenicoBase 50/50 vg pg, va bene un pò per tutto, è l’ideale per gli entry level e per gli atomizzatori per tiro di guancia, quindi hardware caratterizzato da fori di alimentazione del liquido di ridotte dimensioni. E’ una base che garantisce un buon compromesso tra creazione di vapore e sapore
  2. Base 70/30 vg pg: nel caso voglia ottenere 100ml di base è sufficiente che aggiunga 70ml di glicerolo vegetale e 30ml di glicole propilenico. La Base 70/30 vg pg è usata in genere per dripper ed atomizzatori per tiro da polmone. In questo caso la maggior densità della base per sigaretta elettronica, dovuta ad una maggior quantità di Glicerolo Vegetale, non crea problemi di alimentazione. Se usata in un atomizzatore per lo svapo di guancia o entry level, si potrebbero avere problemi di alimentazione (il così detto andare in “stecca”) a causa della eccessiva densità del liquido. Rispetto alla base 50/50 vg pg abbiamo una maggior produzione di vapore ed una minore intensità aromatica.
  3. Base 80/20 vg pg: nel caso voglia ottenere 100ml di base è sufficiente che aggiunga 80ml di glicerolo vegetale e 20ml di glicole propilenico. Nella Base 80/20 vg pg, valgono bene o male le stesse considera fatte per la base 70/30 vg pg. Le uniche precisazioni che mi sento di fare e quello di sconsigliarne l’uso in atomizzatori per tiro di guancia ed entry level in quanto andrete sicuramente in “stecca“. Consiglio anche di aumentare la quantità di aroma per sigaretta elettronica: essendoci meno PG il sapore si sentirà di meno.

Glicerolo Vegetale e Glicole Propilenico sono venduti in confezioni da 10ml, 30ml, 50ml, 250ml ed 1 litro. Io personalmente preferisco acquistare le confezioni da 1 litro per un semplice discorso di comodità, oltretutto presentano una scadenza di 2 anni, quindi non si incorre nel rischio che venga buttata.

Generalizzando in modo un pò grossolano, con basi ricche in VG avremo tanto vapore e meno sapore, con basi ricche in PG avremo più sapore e meno vapore. Per questo motivo consiglio di aggiungere più aroma concentrato, in basi neutre per sigaretta elettronica, ricche di Glicerolo Vegetale VG.

Base Nicotina

Un’altro ingrediente da considerare, sul come fare liquidi per sigaretta elettronica, è rappresentato dalla Base Nicotina per sigaretta elettronica. Prima di tutto voglio sottolineare che la nicotina è una sostanza TOSSICA, quindi va maneggiata con cautela attraverso l’utilizzo di guanti protettivi, deve essere tenuta al di fuori dalla portata di bambini. Il liquido base nicotina è venduto in due tipi di formati, entrambi da 10ml: 10ml di base nicotina a 18 mg/ml e 10ml di base nicotina a 20mg/ml. Per essere più precisi, la base nicotina oltre a contenere la nicotina, contiene anche VG e PG, in tal senso la base nicotina può presentare un rapporto tra VG e PG pari a 50/50. Ma come faccio a calcolare la nicotina in un liquido per sigaretta elettronica? non è nulla di complicato, è un semplice calcolo matematico. A livello puramente orientativo ti presento una tabella che ti potrebbe aiutare nei calcoli

  • 90ml di liquido base 0 di nicotina+1 base nicotina da 10ml di nicotina 18mg/ml= 100 ml di base a 1.8% di nicotina
  • 90ml di liquido base 0 di nicotina+1 base nicotina da 10ml di nicotina 20mg/ml= 100 ml di base a 2% di nicotina
  • 80ml di liquido base 0 di nicotina+2 basi nicotina da 10ml di nicotina 18mg/ml= 100 ml di base a 3.6% di nicotina
  • 80ml di liquido base 0 di nicotina+2 basi nicotina da 10ml di nicotina 20mg/ml= 100 ml di base a 4% di nicotina
  • 70ml di liquido base 0 di nicotina+3 basi nicotina da 10ml di nicotina 18mg/ml= 100 ml di base neutra a 5.4% di nicotina
  • 70ml di liquido base 0 di nicotina+3 basi nicotina da 10ml di nicotina 20mg/ml= 100 ml di base neutra a 6% di nicotina

Ci tengo a sottolineare che l’aggiunta della base nicotina non è obbligatoria, tutto dipende da come sei abituato a svapare. Si può benissimo svapare anche senza base nicotina per sigaretta elettronica.

Aromi per sigaretta elettronica

Continuando a spiegarvi come fare liquidi per sigaretta elettronica, arriviamo alla parte più bella, ossia l’aggiunta dell’aroma per sigaretta elettronica: d’altronde Svapavone è un sito che si occupa di recensire aromi per lo svapo e liquidi per sigarette elettroniche. Se non l’hai ancora già fatto, ti consiglio di visitare la sezione aromi, sezione liquidi scomposto e la sezione liquidi per leggere i prodotti per lo svapo da me recensiti. In realtà si potrebbe anche non aggiungere l’aroma concentrato, in questo caso andreste a svapare un liquido per sigaretta elettronica insipido. In merito alla quantità di aroma concentrato da aggiungere, in genere sulla confezione è riportata la percentuale di diluizione, se non è indicata andate a consultare il sito del produttore oppure ricercate informazioni sulla rete. Se alla fine di queste ricerche non avrete ottenuto nessun dato, ti consiglio di fare una prova con una classica diluizione al 10% e vedete come vi trovate. Ma come calcoliamo la quantità di aroma per sigaretta elettronica da aggiungere alla base neutra per lo svapo? Basta un semplice calcolo matematico, qui di sotto troverete degli esempi guida:

  • Aroma concentrato da diluire al 10%= 1ml di aroma per sigaretta elettronica +9ml di base neutra per sigaretta elettronica
  • Aroma per lo svapo da diluire al 20%= 2ml di aroma per lo svapo+ 8 ml di base neutra per sigarette elettroniche
  • Aroma per sigarette elettroniche da diluire al 15%= 1.5ml di aroma per lo svapo +8.5ml di base neutra

quando aggiungiamo l’aroma concentrato bisogna considerare se stiamo usando una base neutra per sigaretta elettronica con molto VG oppure no: come ho detto precedentemente basi neutre ricche in Glicerolo Vegetale richiedono maggior aroma concentrato. Ci sono alcune aziende come la Twisted Vaping che riportano in etichetta il range di diluizione.

Se vuoi risparmiare, volevo informarti che puoi ottenere uno sconto del 10% inserendo il seguente codice sconto TBHDBVFC su sigarettelettronicheshop.

Come si prepara un liquido per sigarette elettroniche?

Ed ora che facciamo? Agitiamo ed aspettiamo. Per essere più precisi, oltre ad un energica agitata del nostro liquido per lo svapo, esso va riposto per diversi giorni in un luogo buio ed asciutto in modo tale che le molecole dell’aroma per sigarette elettroniche si possano amalgamare nel liquido. Questo periodo viene indicato con il termine “maturazione“, durante questo periodo consiglio vivamente di agitare il liquido per sigarette elettroniche 1-2 volte al giorno. Il corretto periodo di maturazone, è un’argomento molto importante sul come fare liquidi per sigarette elettroniche.

Ma quanto tempo deve maturare il liquido per lo svapo? Qui si apre un mondo in cui ognuno ha la propria opinione, nel mio caso vi prometto che andrò a sviscerare l’argomento della maturazione dei liquidi per sigarette elettroniche nei prossimi articoli. Comunque a livello puramente orientativo consiglio 5 giorni di maturazione per gli aromi fruttati, 10 giorni di maturazione per gli aromi cremosi, 2 settimane di maturazione per gli aromi tabaccosi, 1 mese per gli aromi concentrati alla vaniglia. Questi sono dei valori puramente indicativi, in quanto il discorso della maturazione dei liquidi per sigarette elettroniche non può essere sviscerato in poche parole. Alcune aziende riportano in etichetta il periodo di maturazione consigliato, se ciò non è riportato affidatevi alle info raccolte dalla rete. Discorso a parte è quello dei liquidi scomposti, i quali richiedono nella maggior parte dei casi se la cavano con 48 ore di maturazione.

Che cosa mi serve per preparare un liquido per sigaretta elettronica?

Il materiale necessario, su come fare liquidi per sigaretta elettronica, è poco ed economico. Vi consiglio delle siringhe in formati da 1ml, 2ml e 10ml, una boccetta graduata, dei guanti in lattice per maneggiare le basi nicotina, delle semplici boccettine in plastica o in vetro in cui conservare il liquido per lo svapo.

Ti ricordo che su Svapavone sono presenti diverse recensioni di aromi concentrati per lo svapoliquidi scomposti per sigarette elettroniche e liquidi pronti per lo svapo, in cui oltre ai miei pareri personali potrai trovare anche le indicazioni relative ai tempi di maturazione e percentuale di diluizione.

Se questo articolo, in cui ti ho spiegato come fare liquidi per sigaretta elettronica ti è stato utile, ti consiglio la lettura dell’ articolo in cui ti spiego come pulire l’atomizzatore per sigaretta elettronica. Se vuoi un suggerimento, su qualche buon aroma per sigaretta elettronica, ti consiglio la lettura dell’articolo in cui parlo dei migliori aromi per sigaretta elettronica Settembre 2018.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here